Luca Ciammarughi

 

Luca Ciammarughi Riconosciuto fra i musicisti più profondi della sua generazione, in particolare per l’interpretazione di Schubert e della musica francese, Luca Ciammarughi affianca all’attività concertistica la conduzione quotidiana di programmi su Radio Classica e l’attività di critico musicale per la storica rivista “Musica”.

L’interesse per  la liederistica lo ha portato inoltre a un intenso periodo di approfondimento del rapporto fra parola e suono, coltivato anche nel lavoro di assistente del pianista americano Dalton Baldwin.

I primi volumi dell’integrale discografica delle Sonate di Schubert per l’Etichetta ClassicaViva hanno ottenuto recensioni entusiaste (“Lirismo, bellezza di suono, intimismo e tragicità, accostati in una narrazione coerente ed emotiva” secondo Riccardo Risaliti. “Il giovane Brendel, nel 1962, era molto più neutro”,  secondo Luca Segalla).

Ha suonato per prestigiose istituzioni e sale concertistiche italiane ed europee, fra le quali:  Festival dei Due Mondi di Spoleto, Mito Settembre Musica, Taormina Arte, La Verdi, Compagnia Carlo Colla & figli, Società dei Concerti di Milano, Festival Liederiadi, Festival Amfiteatrof, SpazioTeatro89, Teatro Dal Verme, Festival Guadalquivir in Spagna, European Union Youth Orchestra, Salle Cortot di Parigi.Ha debuttato negli Usa allo Spoleto Festival di Charleston.

Ha un’intensa attività cameristica, i cui cardini attuali sono le collaborazioni con il pianista e compositore Danilo Lorenzini, il fratello gemello Jacopo (violinista) e il tenore Mirko Guadagnini. Più volte ospite a Radio Tre Rai, ha riscoperto autori poco esplorati, fra cui Maurice Emmanuel e Reynaldo Hahn.

Ha effettuato i suoi studi al Conservatorio di Milano, diplomandosi con lode in pianoforte, sotto la guida di Paolo Bordoni, e con menzione d’onore in musica vocale da camera, sotto la guida di Stelia Doz. Dal 2010 è direttore artistico del Festival “Settimana in musica” di Clusone.

Ha composto recentemente le musiche per i cortometraggi “Elsa’s kitchen” (proiettato al Centre Pompidou di Parigi) e “Anna Marcel”, di Yvo Bisignano.

Appassionato di teatro, ha suonato e recitato nella pièce “L’ultima Sonata”, di cui è co-autore con Ines Angelino, impersonando la figura di Franz Schubert.

[suffusion-the-author]

[suffusion-the-author display='description']
 Posted by at 19:27  Add comments

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)